Atelier del Ricamo – Blog

Il blog di moda dell'Atelier del Ricamo

Maxi bag, bye bye clutch!

Le ultime tendenze in fatto di borse hanno spodestato le mitiche clutch per fare posto alle maxi bag. Purtroppo è tutto vero. Le mini borse sono diventate out.
Per le amanti è stato un duro colpo e difficilmente riusciranno a metterle da parte. Diamo tempo al tempo. Consideriamo che non si tratta mai di un vero e proprio addio in questi casi.
E poi, ammettiamolo, noi donne stiamo sempre a lamentarci. Prima non riuscivamo ad abituarci. Non c’entrava mai nulla in quelle mini bags! Con il tempo siamo riuscite a farci stare tutto. Non chiedeteci come. Le donne possono ogni cosa.
Ma le borse grandi, in realtà, accontentano tutte. Finalmente possiamo portarci dietro la casa intera, se serve. Il beauty per rifarci il trucco in ogni momento. Il kit per le unghia. La maglia in più in caso di freddo. L’agenda. Il portamonete. Il portafogli. Gli occhiali da sole. Quelli da vista. Le medicine, mai uscire senza. I guanti. La sciarpa deve entrarci se non ne possiamo più di tenerla al collo. Che altro? Se dimentico qualcosa mi perdonerete.

Maxi bag - atelier del ricamo
Spero di aver reso chiara l’immagine davanti ai vostri occhi. La borsa di Mary Poppins è un classico per le donne in trasferta… ma anche per uscire solo cinque minuti.
Glamour è la maxi bag rigida. Ben formata. Squadrata. Dei colori più fashion al momento. Che sia originale insomma. Tendente allo stile classico, ma non monotona.
La borsa quest’anno ha il doppio manico, ma la tracolla a catena resta un must indimenticabile. Quindi meglio tenere presente entrambe le opzioni.
Ricordate che la borsa nera resta sempre la borsa nera, quella che nel guardaroba di una donna non deve mancare mai. Quella che si abbina a tutto.
E l’abbinamento è fondamentale per essere glamour. La borsa infatti cammina di pari passo con le scarpe e con gli altri accessori. Non dimenticatelo mai.

Maxi bag - atelier del ricamo




Appassionata di letteratura, arte, fotografia, viaggi e moda, sogna di diventare giornalista. Dopo la laurea magistrale in Filologia Moderna, ha iniziato a collaborare con diverse redazioni coltivando l'amore per la scrittura.

Scrivi un Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Inserisci il codice * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.