Atelier del Ricamo – Blog

Il blog di moda dell'Atelier del Ricamo

La fine dell’Impero prêt-à-porter di Jean Paul Gaultier

La fine dell’Impero prêt-à-porter di Jean Paul Gaultier

gualtier

Fashion weeks, fashion weeks everywhere. E’ il turno della settimana della moda parigina e come ogni evento che si rispetti, non possono mancare i colpi di scena. Abbiamo assistito a momenti gloriosi, di successo, ma anche ad un addio, un saluto che mette fine ad una delle epoche più eclatanti della storia della moda.

Ebbene sì, Signori, l’amatissimo designer Jean Paul Gaultier, dopo 33 anni di incredibile successi, lascia il mondo del prêt-à-porter, per dare spazio alla sua eccezionale creatività e concentrarsi, dunque, sull’alta sartoria. Un mito senza tempo, una leggenda del fashion, una figura così illustre quella di Gaultier, che chiude un ciclo, per poterne approfondire un altro.

 gualtier

Una dolce carezza verso il mondo della produzione in serie, un addio velato, che tra lacrime e sorrisi, conquista il pubblico del Grand Rex, il cinema Art Deco, dove il designer da bambino trascorreva il periodo natalizio, “Dove ho sempre voluto sfilare”, confessa lo stilista. Uno show all’insegna dell’ironia, un beauty contest per aggiudicarsi il titolo di “Miss Gaultier”, con tanto di giudice interpretato da Rossy De Palma, che, con un gradevole senso dell’humor, deride l’ex presidente del comitato di Miss Francia, la signora De Fontenay.

Una catwalk piena di sensualità, protagonista della rivisitazione dei temi più famosi, a cui lo stilista fa riferimento nel corso degli anni. Non possono mancare all’appello quei corsetti, che hanno caratterizzato il particolare mondo del designer e lo hanno reso un universo parallelo, contrassegnato dalle sue stravaganti geometrie. Trench, denim, scintillanti strass, abiti da cocktail, costumi da wrestling messicani, linee uniche e particolari, outfit innovativi e all’avanguardia, compongono lo scenario della sfilata, che presenta inoltre, donne di una certa età, accompagnate da uomini a torso nudo. Il trionfo della sensualità, insomma.

gualtier

I vari contest presentano alcuni must della Maison, come gli abiti a righe (bianchi e blu) e vestiti aderenti. Una grande festa chiude la sfilata, Il trionfo di un grande della moda, che abbandona il passato, per concentrarsi su un futuro sicuramente glorioso, ricco di sorprese, eventi e nuove collaborazioni. E’ riuscito a cucire più idee, a tramandarci un qualcosa di essenziale che deve rimanere impresso nelle presenti e future icone di moda. Gaultier può finalmente concentrarsi sulla sua miracolosa vena artistica, nella speranza di vedere nuove creazioni sublimi. Nell’attesa, salutiamo un’era, che non avrà eguali.

Mapii

Adoro scrivere e parlare di moda, ma non solo: la mia più grande passione ha inizio nel momento in cui impugno una matita. La perfezione del corpo umano mi affascina, le linee sinuose, le tecniche di stilismo, modellistica e confezione riempiono le mie giornate e le rendono impagabili, perché la mia priorità assoluta nella vita è CREARE: uno schizzo, una manica, un pantalone, un volto, ma creare, creare e non fermarmi mai. Sono un'illustratrice , stylist e studentessa di moda. Per info: mpf93@hotmail.it

Scrivi un Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Inserisci il codice * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.